Vpants e tutte le pance vissero hippie e felici

c'est la v Vpants

Qual è il momento durante il quale una donna fatica maggiormente nello scegliere cosa indossare?

La gravidanza, esatto.

Sì perché se il il pre-ciclo, il ciclo, il pandoro di Natale, la zip che non si tira su e la piega sbagliata del parrucchiere sono già di per sé dei momenti di cataclisma interiore figurarsi quando si ha il pancione.

Ricordo ancora come fosse ieri quanta frustrazione ho provato per trovare qualcosa di bello da indossare in gravidanza. Uscivo dalla doccia e, dopo essermi spalmata olio come fossi in spiaggia a Riccione negli anni ’90 con le treccine, tentavo la titanica impresa: vestirmi in modo decente.

La maglia che tira, i pantaloni che non si chiudono più, infila le calze, coi leggings sembro un cotechino vestito e la crema per le smagliature blocca i jeans all’altezza delle ginocchia…dopo un quarto d’ora ero gia sudata e pronta per un’altra doccia.

Perché diciamolo pure, quando aspetti o ti vesti male o t’incazzi perché le cose belle non ti entrano perché non sono premaman. A parte un paio di jeans niente che io abbia acquistato durante quel meraviglioso periodo della mia vita è degno di essere ricordato. Il mondo del fashion sembra trascurare molto questo delicato momento della vita di una donna.

C’è una mamma che però ha fatto di necessità virtù, che non sapendo dove mettere la pancia ha inventato un paio di pantaloni che la contenessero raccontando anche di lei e del suo stile hippie.

Lei è Vittoria, scenografa milanese fondatrice di C’est la V , un brand nato dal bisogno di una mamma di vestire al sua pancia senza rinunciare al suo stile che sta riscuotendo un successo davvero enorme non solo tra le future mamme ma anche tra tutte le amanti dello stile hippie. Vpants è il nome del concept disegnato da Vittoria, un pantalone a zampa in taglia unica disponibile in un catalogo infinito di stampe e tessuti. Righe e trame rubate agli anni ’70, geometrie e patterns che richiamano le etnie del mondo, bellissime tinte unite, forti contrasti e delicate armonie floreali, decori surreali di mondi fantastici. Pratici sì ma con stile, quello della loro creatrice, una ragazza che sembra venire dal mare, con il vento fra i capelli e i piedi nudi nella sabbia; una sognatrice, una mamma, una donna che ha creato un capo semplice e versatile ma raffinato e di tendenza

Dai Vpants sono nati l’abito, la tuta, la salopette e la gonna a sirena ma in pentola sono certa stiano bollendo altre meravigliose chicche, tutte al sapore seventies. Tutte dal mood sognante e hippie, che solo ad indossarle ci si sente degli spiriti liberi e pare quasi di sentire, tra il caos della città, il suono di un acchiappasogni appeso alla finestra e mosso dal vento.

Ancora una volta un bellissimo esempio di imprenditoria al femminile che ho voluto condividere con voi, sperando vi sia di stimolo per inseguire i vostri sogni ascoltando il cuore. Perché a volte ci affanniamo a percorrere strade già battute, ben asfaltate per evitare di inciampare quando invece dovremmo prendere gli sterrati, anche senza essere sicure di dove ci porteranno, toglierci le scarpe e goderci il sole in faccia.

Tutte le immagini sono di proprietà di C’est la V e sono tratte dai social ad esso collegati.

Per info: www.cestlav.it

 

 

Immagine in evidenza da:
http://www.buzznet.com/2011/03/one-nature-catching-dream/

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: