The day

Alle 6:00 suona la sveglia, che viene leggermente posticipata.

Oggi ho avuto due enormi conferme, una è il matrimonio e l’altra è che anche la mia ansia ha l’ansia.

Ci siamo, è arrivato il giorno dei giorni ed io sono già emozionata. Caffè, subito un caffè e solo quello perché lo stomaco ha battuto in ritirata. Doccia, è arrivata D. per l’acconciatura mentre N. trucca la prima testimone. Chissà Stefano cosa sta facendo, come si sente e a cosa sta pensando. Vorrei chiamarlo ma il tempo va via così veloce. Arrivano i fotografi, ci siamo. Vesto Thomas, poi lo saluto e saluto le mie dolcissime testimoni.

Ci vediamo in chiesa.

Mi vesto, N. mi aiuta ad allacciare il meraviglioso vestito regalo del mio Papà, mi sento bella. Chissà se gli piacerò.

E’ ora di andare, l’abbraccio con Papà. Si va a sposare l’Uomo che mi ha visto crescere e che è cresciuto con me, che mi ha amata e protetta sempre, che non ha mai fatto pensare al mio cuore di esser solo.

Stringo il bouquet di sole peonie bianco-avorio, bellissimo e delicato. Il respiro si fa veloce, sono emozionata, agitata..

Per strada un cartello, è per me, di quelli scritti con la bomboletta rossa. “Mum & Dad just married” non faccio in tempo a fare la foto. Poco più avanti un altro cartello “Sissy amarti per me è l’immenso” questa volta riesco a fare la foto ma mio Papà rallenta, anzi no si ferma al margine della strada. Spunta N. l’amico del cuore e testimone di nozze, mi dà un pacchettino, un biglietto e versa tre flute di spumante ghiacciato. E’ anche lui emozionatissimo e lo sento da come gli trema la voce. Il biglietto era scritto da Stefano, diceva che mi stava aspettando in chiesa e che dovevo ascoltare due canzoni contenute nel pacchetto regalo. Cin Cin! a questa splendida giornata piena di lacrime di gioia.

Si riparte, appena leggo il titolo della canzone lo stomaco sussulta, “La cura” di Battiato. Non riesco ad ascoltarla, è una canzone che tocca delle emozioni troppo profonde e grandi per questo momento, ma ripeto le parole nella mente e non posso fare a meno di commuovermi. Ho bisogno di vedere Stefano, di abbracciarlo…di stringere la sua mano.

Ma cosa è successo?! Dov’è finita la scorza aspra della Gemelli?

Arriviamo in chiesa e, mano nella mano con l’Uomo più importante della mia vita arrivo da lui. Lo vedo dal sagrato, in penombra perché fuori c’era un sole accecante, lo vedo infondo al corridoio di persone e fiori, alla fine del tappeto bianco. Bellissimo, emozionato e con gli occhi pieni d’amore e commozione. Occhi che aspettavano i miei e un sorriso sereno. Ci sono tutti, o quasi. Non vedo nient’altro che lui e nostro figlio. Doppia T ha passato il tempo a giocare con la sua macchinina rossa sull’altare e a dire “Mamma bella, Papà bello”.

E’ una predica bellissima, allegra e piena di sorrisi. Con voce tremante pronunciamo le promesse ed è fatta, siamo sposati! Tempo di un bacio e in un attimo siamo pieni di riso e di petali di rose bianche.

In tantissimi ci fanno gli auguri, abbracci e baci. Ci sono tutti: i compagni di scuola, i colleghi di lavoro, gli amici di sempre, i parenti. Manca qualcuno ma non importa perché oggi niente può piegare le nostre labbra che sorridono. Nemmeno le assenze, seppur pesanti, possono essere giustificate perché non vi è bene se si vuole fare male a qualcuno.

Apriamo i brindisi in una location bellissima, fa caldo, troppo caldo ed io non riesco a mangiare. Ho lo stomaco serrato, come ogni volta che sono emozionata. Va giù solo l’acqua e il Polase, che sono costretta a prendere se voglio stare in piedi.

Mio marito è stupendo e la giornata scorre piena di allegria, torniamo a casa e, ancora vestiti da sposi, passiamo al Mc Drive per un panino al volo. Perché dopo un po’ lo stomaco si è riaperto e bisogna riempirlo. Dopo gli auguri e le salse in omaggio corriamo a casa a rilassarci.

Siamo marito e moglie, o forse lo siamo sempre stati?

Ti amo Stefano!

Per l’immagine in evidenza e tutte le immagini del matrimonio si ringrazia: www.brunellofrancesco.com

11 comments

  1. Wow, bellissimo racconto di una vera e propria favola d’ amore mi hai fatta emozionare.. per non parlare di te che eri davvero stupenda, complimenti davvero ! Auguri 🙂
    se ti va passa a trovarmi .. sono non più “novella sposa” sposa, festeggiamo il 1 anniversario tra poco ma come te ho raccolto in un post la mia emozione riguardo al weddingday 😀

    SposaFelice WB
    http://sposafelice.wordpress.com

  2. Che bella giornata! E alla fine com’è andato il giorno dopo? Fiumi di lacrime oppure sei riuscita a trattenerti? Un sacco di auguri… e bellissimi voi in bellissime foto!

  3. No vabbe… A parte che sei bellissima e te l’ho già scritto… Ma farmi emozionare solo leggendo, giuro, ci riescono in pochi. E ci sei riuscita. Non era un mattimonio, era una favola… ❤️

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: