La dura legge di Darwin

Ragazzi siamo sicuri che Darwin sapesse ciò che diceva?

Non è che ci troviamo davanti all’ennesimo caso di mala distribuzione delle mansioni? Come se il dipartimento delle risorse umane della grande Madre Terra fosse una qualunque azienda e avesse affidato ad un Uomo la mansione più importante: scegliere chi deve estinguersi e chi no. Come volevasi dimostrare il compito doveva spettare ad una Donna.

Non posso accettare che non esistano più tantissime specie animale mentre continua a sopravvivere lui: l’ Uomo. E non intendo l’uomo in quanto essere umano ma proprio quella fetta di popolazione, demograficamente in esubero, di sesso maschile.

Cioè non è che io voglia mettere in discussione le teorie, peraltro molto convincenti, del nostro predecessore Charles tale Darwin, però qualche dubbio mi sta venendo.

Se è vero che a sopravvivere è il più adatto, colui che porta influenze positive, l’essere destinato a migliorare la specie e che porta in sé i geni più adatti al contesto in cui vive i casi qua sono due:

  • il contesto in cui viviamo è sbagliato
  • Darwin ci ha preso per il culo

Nel primo caso la legge della selezione naturale ci dice che la responsabilità è dell’ambiente, ovvero, resta chi si dimostra geneticamente e fenotipicamente adatto all’habitat che gli è stato assegnato alla nascita. Quindi noi Donne di oggi siamo state essenzialmente fottute dal contesto sociale/climatico/geografico nel quale viviamo.

Nel secondo caso Darwin, essendo Uomo, vuole convincerci che la specie maschile arrivata ai nostri giorni sia il meglio, quella che ha vinto le carestie, quella che è resistita alla peste, alle guerre. Figurarsi la peggiore.

No, caro Charles se tu vedessi che uomini circolano oggigiorno rivedresti le tue teorie e faresti tornare i T-Rex anche se, rispetto il resto della popolazione, non sarebbero adatti a farsi un selfie. Non puoi chiudere l’argomento così.

Le giraffe col collo corto sono morte affamate e mi vuoi dire che un Uomo che si depila le sopracciglia ad ali di gabbiano ha vinto la sua battaglia con l’estinzione?

Non ci siamo Charlie, se osservo il fenotipo medio che ha vinto non mi pare sia proprio il migliore, ma neanche se lo analizziamo per una specialità alla volta, come alle olimpiadi. Non è che per caso quelli dritti li hai mandati nel paradiso degli estinti insieme a quelli con i fazzoletti di stoffa sempre puliti e inamidati.

Perché sai, parlando con le mie amiche se ne sentono tante: Uomini tirchi che peccano in cavalleria, dai modi rozzi, ecco tipo perché ci hai privato di quelli che ti aprono la porta e quelli che quando hai freddo ti prestano la loro giacca?

Dove sono finiti quei bei maschioni che con un abbraccio ti avvolgevano come uno sciarpone di lana, ci hai lasciato in balia del freddo con sciarpette 100% poliestere.

Siamo rimaste con quelli che al ristorante entrano per primi e alla cassa son sempre secondi.

Perché sono sopravvissuti quelli Uomini & Donne style? Si quelli con le Timberland a luglio. Che sono sempre quelli che vanno in giro senza allacciare i primi otto bottoni alla camicia.

Qualche settimana fa ero dal parrucchiere e, mentre aspettavo il mio turno al lavatesta, ho potuto osservare un esemplare di maschio trentenne intento a farsi tagliare i capelli. Dopo la phonata al ciuffo si guarda nello specchio e, non troppo soddisfatto dello styling, chiede una ripassata di piastra. Mi si era seccata la bocca perché era rimasta spalancata da qualche decina di minuti. La piastra sul ciuffo? ma dico scherziamo? ma pianta giù un rutto piuttosto!

Abbiamo a che fare con Uomini che si differenziano con Neanderthal solo per il tipo di epilazione, qui siamo stufe.

Ma cosa ne è stato dei geni dei grandi romantici, che ne avete fatto?

Noi Donne dobbiamo già sobbarcarci un mucchio di cose, ma addirittura essere prese per i fondelli dai geni avariati dei nostri compagni sembra un tantino troppo.

3 comments

  1. “Le giraffe col collo corto sono morte affamate e mi vuoi dire che un Uomo che si depila le sopracciglia ad ali di gabbiano ha vinto la sua battaglia con l’estinzione?” Questa è da alzarsi in piedi ed applaudire per almeno 5 minuti! Sto ridendo da solo davanti al pc, se passa qualcuno mi prende per matto!

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: