Conoscevo due…

C’era una volta una ragazza nata sotto il segno dei Gemelli. Una ragazza allegra e determinata a lasciare libera la sua personalità mutevole, forse perchè non sapeva gestirla. Si rispecchiava spesso nel concetto di libertà come rispetto, come amore per le anime altre. Era incasinata e casinista, trovava ogni cosa nel suo disordine tranne sé stessa. Era come se si sentisse sempre diversa, ogni giorno faceva la sua conoscenza. Solo Stefano era in grado di far viaggiare bene quell’acquilone tutto colorato e ognivolta  che si schiantava sugli scogli lui era pronto a tirare fuori dalla tasca un po’ di spago e un po’ di scotch per farlo tornare a volare.

Stefano, valori saldi e con radici profonde. Bellissimo sorriso e occhi veri.

Vuole sposarla.

Lei non ci pensa un minuto. Sì! Quel per sempre non la spaventa anzi la rincuora. Non è un per sempre come gli altri, una minaccia. Nessuna voglia di toccarsi il collo, nessun respiro pesante. Quel per sempre è una mano intrecciata alla sua, che cammina con lei e che quando i gradini si faranno alti la aiuterà a non cadere. Lo stesso per lui, come è già accaduto.

Sarà una festa. Lui non sa ancora quanto lei romperà le palle, quante volte cambierà idea sui fiori, sul menù e sulle bomboniere. O forse lui lo sa, ma gli piace così. Perché infondo non gli importa se ci saranno le rose o i girasoli, l’importante è che non manchi lei.

E lei ci sarà, quel giorno come sempre. Sarà emozionata dentro a quel vestito dal modello scelto, cambiato e ricambiato, sarà lì. Sperando di poter vivere quel tempo il più lentamente possibile per assaporarne e ricordarne ogni dettaglio. L’odore di quella piccola chiesa, il fresco di una mattina di luglio, l’eco delle paroline del loro figlio divertito, la commozione del suo amato papà. E ancora gli amici, quelli veri, quelli che li hanno aiutati a non perdersi.

E ci sarà il loro figlio. Nulla più di lui testimonia con quanto amore nel cuore sono arrivati fino a quel giorno.

Perché è vero loro si sono trovati ed è stato un dono enorme, ma hanno lottato tanto per restare uniti, per amore, per non perdersi mai.

E non vivranno felici e contenti, quelle sono solo favole, loro vivranno l’uno dell’altra…che è molto di più.

No comments

  1. ciao socia!
    è vero non ci sentiamo più tanto spesso!
    Ma sei nel mio cuore! e ogni tanto ti seguo da qui (anche se non amo questo tipo di contatti) così ti rimango vicina anche se sono lontana!

  2. Il giorno del matrimonio è stato finora il giorno più bello. Sposerei mio marito ogni giorno anche per rivivere quel turbinio di emozioni che non si può spiegare. Vi auguro di saper sempre ridere di voi stessi, di sapervi sempre prendere in giro, perché credo che sia il vero segnale che in una coppia c’è serenità…

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: