Un anno di blog e ancora non accetto di scrivere titoli che inizino senza articoli

Un anno su WordPress

ieri 20 ottobreScusate, sono una Gemelli” ha compiuto 365 giorni on line. Un progetto partito nel 2013 con un blog improntato sul design degli interni che conteneva progetti, idee, tendenze. Raccontavo la mia professione ma non sentivo di esprimermi come desideravo, così pochi post più tardi rimase una meteora nel mondo del blogging.

Un giorno, questo famoso 20 ottobre 2014, mi rendo conto che la strada che stavo percorrendo mi stava stretta e non mi stava portando nella giusta direzione. Non avevo stimoli e si sa, senza stimoli è dura andare avanti e scrivere qualcosa in cui veramente si crede, soprattutto se di indole si ha sempre bisogno di ispirazione. Scopro WordPress e mi ci trasferisco, elimino tutti i (pochi) post di quella che ho tentato di essere e scrivo di me.

Cambio la grafica, il nome del blog, rinasco sotto altre forme, le mie forme finalmente. Ora un cerchio, domani un triangolo, poi chissà. Perché ho capito che amo scrivere così: spontaneamente, di me, di te, di tutto ciò che è reale e che va al di là degli schemi e dei temi, perché il tema per me è ogni volta diverso.

Così pubblico il primo post, scritto qualche giorno prima e insieme altri quattro, frutto della volontà di mettermi alla prova mettendoci la faccia. E poi ancora un altro e un altro.

Pensavo che “Scusate, sono una Gemelli” fosse un altro dei miei progetti che partono con un entusiasmo pazzesco ma che sono destinati a spegnersi nel giro di pochi mesi, forse giorni. Come fuochi d’artificio che fanno cilecca, quelli che: partono, arrivano in cielo ma non fanno il botto. Niente colori, niente stelline. Invece no, è passato un anno e sono ancora qui. Un po’ cresciuta, un po’ conosciuta. Seguita da quelle che per me sono un’infinità di persone, quelle che commentano i miei post, che sorridono. Ecco la cosa più bella è questa.

Voglio ringraziarvi tutti perché siete la mia costanza, quella che non ho mai avuto ma che sto imparando ad avere senza neanche fare molti sforzi. Siete l’ispirazione che cercavo da tempo, la passione tirata fuori da quel cassetto incastrato nel comodino.

Stop ai sentimentalismi però. Fuori è mercoledì, il né carne né pesce day, e per ringraziarvi ho pensato di regalarvi un segreto che solo chi è amministratore del proprio blog può conoscere.

Sto parlando dei segretissimi

TERMINI DI RICERCA

Ovvero ciò che digita l’utente sui motori di ricerca prima di incappare in un sito, in questo caso nel mio blog.

Vi riporto testualmente alcuni termini di ricerca:

 

  • IL SEGNO DEL CANCRO è UNO STRONZO

Ok , qui c’è una Donna che cerca sostegno e nel mio blog lo trova di sicuro. Anche se non sono un’esperta di zodiaco se dici che questo cancro è uno stronzo allora è uno stronzo.

  • GEMELLI STRONZO

Eccone un’altra.

  • FIDANZATO STRONZO DELLO SCORPIONE

E un’altra.

  • SEGNO GEMELLI COME GESTIRLO

Eh, se lo sapessi te lo scriverei anche ma sono proprio una Gemelli, quindi probabilmente qualcuno là fuori si sta chiedendo come gestire me.

  • VORREI METTERE UN PO’ DI PEPE AL CULO A UN GEMELLI

Ignoralo, non cercarlo, so che vale un po’ per tutti gli uomini ma il Gemelli ama la sfida, creala. Ma poi scappa perché perde molto facilmente l’interesse.

  • UOMO DEI GEMELLI NON RISPONDE AI MESS DI WAZZAP (sì, scritto wazzap)

Tanti uomini non rispondono ai messaggi, visualizza ma non risponde. Io ho scritto un post sulla doppia spunta blu, ma tu sei così sicura che non sia già una risposta questa?

  • ABBIGLIAMENTO PALESTRA PER CICCIONE

In che senso? Cerchi un pantajazz?  Ah, ho capito! Cercavi un negozio di abbigliamento sportivo e Ciccioni era la località. Voglio sperare perché se vuoi andare in palestra e sei sovrappeso ricorda che è meglio essere fighe di  burro piuttosto che fighe di legno.

  • DIAVOLO CHE INCULA LA ZEBRA

Ecco un po’ qui mi inquieto, cos’è una roba satanica?  Una faida calcistica? Qua penso si tratti di qualcuno che ha fatto dei sonni agitati, consiglio quindi un menù leggero per aiutare la digestione ed evitare incubi.

  • SEXY MINIGONNA HD

Assodato che nel mio blog non ci sono né cosce né minigonne hai tutto il mio appoggio per la ricerca della qualità. L’alta definizione è importante, il web deve garantire contenuti di standard elevati perché altrimenti c’è il rischio cecità con tutti quei pixel …va beh forse tu cieco lo diventerai lo stesso.

  • AMICA COLLEGA CULONA

Non capisco, la tua collega e amica è una culona e stai cercando il suo culone su Google immagini? Oppure l’amica della tua collega culona è faiga (Femmina Attraente e Intelligente Guardare Attentamente) e cerchi con modi astratti di cercare il suo profilo sui social per abbozzare approcci allucinanti via web? In entrambi i casi come cazzo ci sei finito sul mio blog?

  • AIUTO

Richiesta un tantino generica, comunque se posso volentieri.

  • MILF BLOG E MAIL

Eccolo lì, l’esemplare maschio medio tra i 19 e i 30. Vi spiego una roba, nella relazione tra un Toy Boy e una Milf a trarre il maggior giovamento deve essere la Milf. Indi se non siete: boni, tricologicamente ben forniti, pettoralizzati, ed eventuali oggetti del desiderio delle amiche della Milf lasciate perdere le e mail. Le mamme di Stifler cercano carne fresca per farci una bella tartare e spremercisi sopra come un limone di Sorrento, non un’oratina di allevamento dall’occhietto spento e con le pinne secche. Per meglio individuare questa specie in costante espansione vedi post.

  • DITA NEL NASO FINITO SUL BANCO DEL PESCE

E a proposito di pesce arriva una ricerca ittica. Non capivo come una frase del genere potesse portare al mio blog così ho digitato e ho visto che inserendo la frase di Capitan Scaccola-Findus, Google ha portato a questo post, dove si parla di comunicazione […]mentre parlate il vostro interlocutore vi fissa con gli occhi patinati tipo branzino su banco del pesce da tre giorni […] Resta il fatto che non capisco cosa stesse realmente cercando.

  • BELLISSIME RAGAZZE MORE CHE FUMANO MENTRE SOCCHIUDONO GLI OCCHI

Una specie di feticista maniaco del dettaglio (e maniaco in generale probabilmente che non si accontenta di trovarle belle ma le vuole bellissime, non devono chiudere gli occhi ma socchiuderli. E poi mi dico come fai a biasimarla se ti si sfancula Mr. Precisetti. Non si può neanche più fumare in santa pace. Occhio che se diventiamo anche noi così ossessionate dal particolare si prevede l’estinzione del genere maschile.

  • FAR PIPì SE HO COLLANT E GONNA

Questa vince! Google non solo trova quello che tu stai cercando, completa per te le parole, ti corregge. Adesso dispensa anche consigli. Dopo un paio di pagine di forum su giochini erotici, sulle tecniche di controllo della vescica sull’autobus e un post di Clio make up trovo il mio post. Che ovviamente non racconta di come non pisciarsi addosso.

Grazie ancora a voi che mi leggete.

No comments

  1. Ciao Chiara! Grazie 🙂
    Sulla pagina “amministratore” clicca statistiche e visualizzi la pagina del giorno. Sotto la localizzazione geografica dei tuoi lettori trovi la finestra “termini di ricerca” e se estendi la ricerca a tutto l’anno sicuramente troverai qualcosa di divertente anche tu. 😉
    Fammi sapere! Un abbraccio

  2. ahahah che forti le chiavi di ricerca! Anche io ne ho delle belle 😉
    Tantissimi auguri, per il tuo primo traguardo. Te ne auguro infiniti altri, un bacione Gemella 😉

  3. Dopo aver letto le prime tre query stavo per giungere ad una conclusione… poi le ho lette tutte e ho concluso che la gente proprio non sta bene!
    Comunque auguri, eh!

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: