Rock ‘n’ Roll Doppia T

Va bene, Doppia T è uguale al Papà

Ha la sua forma del viso, i suoi riccioloni, la boccuccia tirabaci, il pollice della mano, le dita dei piedi, i buchetti in fondo alla schiena…

Ma una cosa l’ha certamente presa da me

L’Amore per la musica. Se c’è un qualcosa che gli ho trasmesso e che è davvero molto evidente è sicuramente la musica.

Credo fermamente nella musica, nell’importanza della sua presenza quotidiana nella nostra vita e nelle emozioni che è in grado di trasmettere; una giornata senza neanche una canzone non saprei immaginarla. Quando avevo il mio bel pancione, oltre a massaggiare olio di mandorle come se non ci fosse un domani, cantavo e ballavo sulle note delle mie canzoni preferite. Questo ha fatto sì che il piccolo T crescesse con delle colonne sonore che, già dai primi mesi di vita, ha riconosciuto e successivamente apprezzato.

Questa è la mia più grande soddisfazione

Dalla nascita fino a qualche mese fa c’era una canzone che era in grado di calmarlo sempre. Durante una visita dal medico, un esame del sangue, un momento di sconforto. “Amazing” di George Micheal entrava dolcemente nelle sue corde e lo rilassava. Questa credo sia stata la sua prima canzone anche per la nanna, lui non voleva le filastrocche o le favole, lui voleva che gliela cantassi tante volte. (Poveri vicini di casa)

Un’altra canzone che fa da sempre saltare sul divano Doppia T è “Living in America” di James Brown. Con questa il movimento pelvico con pannolone è assicurato. Sarà che al nono mese di gravidanza io e Ste abbiamo consumato il cofanetto di Rocky ma Thomas diventa matto per questa canzone.

La domenica mattina in genere non manca mai “Jailhouse rock” del Re Elvis. Presto faremo vedere “The blues brothers” al piccolo T perché credo proprio che gli piacerà.

Mettere la musica a tutto volume in macchina e vedere che con la testa fa su e giù sulle note di “Miss you” degli Stones mi riempie il cuore che quasi quasi perdono la genetica per non avergli dato il mio colore degli occhi. E poi ride, ride, ride, quando gli faccio “Uhuhuuuuu uuuu uhuhuuu”

C’è poi il momento revival. Thomas adora “Boogie Wonderland”, quando la sente balla scatenato e guai a non ballare con lui. Viene da te, ti prende la mano e ti alza dalla sedia. Se poi è un po’ di tempo che non la sente, appena prende in mano il mio telefono o quello del Papà, seleziona l’icona della musica, va sulla playlist giusta e se la mette da solo gridando “Dens!”

Qua andiamo giù strong con “Personal Jesus” e vi devo confessare che se da grande odierà i Depeche Mode sarà colpa mia. Ho un grande amore per le loro canzoni e spesso in auto li ascolto e lui, dal suo seggiolino, quando inizia “Personal Jesus”, agita il braccio come fosse ad un concerto. Sono soddisfazioni enormi.

Sull’onda dei precedenti alle volte tiro fuori “The Clash” con il loro the best of e succede quando mi sento più pirla del solito e allora metto su “Magnificent seven” e canto facendo un sacco di facce, lui mi guarda e ride un sacco.

Parte il pogo in salotto con gli “Offspring”. La nostra preferita è “The Kids Aren’t Alright” che ci fa correre avanti e indietro scuotendo la testa, l’apice lo raggiugiamo con le prese aeree e quando facciamo finta che Thomas sia la mia chitarra. Grande pezzo.

Un’altra canzone che Thomas sceglie spesso dalla mia playlist è “I heard it through the grapevine” di Creedence Clearwater Revival. Pezzo da novanta col quale suoniamo di tutto: mestoli, cucchiai, pentolini per l’immensa gioia di Papà.

Ultimamente gli piace anche “Black and Yellow” di Wiz Khalifa, ma questa a me non è mai piaciuta. La colpa è dello zio Nico che gliela fece sentire una volta e da allora fu amore. Anche qui insieme ballano agitando il braccio proprio come nel video. Quando Thomas vuole sentire questa canzone mi dice “Mamma iello”.

 

Quali sono le canzoni preferite dai vostri bimbi?

Raccontatemelo nei commenti se vi va.

 

No comments

Cosa ne pensi?

Iscriviti alla Blondeletter!

Cos’è la Blondeletter? Non lo so nemmeno io con precisione, ma dentro c’è: una notte insonne, mezzo barattolo di Nutella mangiato con il cucchiaio da minestra, computer in palla, panico, isteria e tanto, tanto entusiasmo.

Iscriviti alla newsletter di Scusate, sono una Gemelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: