Ro-ck-mantic: pizzo, tulle e chiodo in pelle

Ro-ck-mantic: pizzo, tulle e chiodo in pelle

 

Cambio. Cambio in continuazione.

Un giorno adoro un paio di pantaloni e il giorno dopo mi chiedo come abbia potuto comprarli. Per specchiarmi a volte non mi basta l’anta dell’armadio, mi tocca aprirlo. E a giudicare da ciò che vi è dentro sono proprio un bel casino.

In fatto di stile mi piace sperimentare, mixare, azzardare. Aggiungere la mia personalità ogni volta che indosso qualcosa. Non amo gli abiti troppo estrosi, quelli che fanno sollevare gli indici più impertinenti, ma impazzisco per i dettagli. Quelli che vengono scoperti ad uno sguardo più attento. Quelli sì che li voglio eccentrici, sono loro a dare carattere all’outfit.

Ho sempre fatto fatica ad identificarmi in uno stile preciso, mi piacciono cose di mondi diversi. Dal pizzo al neoprene le grucce del mio armadio scandiscono la mia personalità, troppo curiosa per fermarsi a guardare sempre la stessa vetrina. Quindi un giorno sono una hippy chic dai mille bracciali d’argento, un altro un’adepta del filo di perle su tweed Chanel.

Sono così, una gemelli in tutto e per tutto. Armadio compreso.

La moda è un bellissimo gioco che mi regala la possibilità di appagare ogni sfaccettatura della mia personalità. Ché si sa noi donne ogni giorno ci scopriamo diverse e spesso sentiamo il bisogno di cambiare. Però in tutto questo marasma qualcosa che resta c’è. Un grande classico del mio guardaroba è l’abitino in pizzo, lui si che attraversa le stagioni. Romantico, ricamato, rigorosamente di un bianco candido e caldo; perfetto per la primavera e l’estate.

pizzo_frange_chiodo_pelle

Abito a tuta in pizzo Minusey, borsa Boy Bag by Chanel credit photo Pinterest, gilet in pelle Goosecraft tronchetto con frange Elena Iachi  

Gli abiti dal pizzo più bello si trovano frugando nei tanti mercatini delle meraviglie; disegni vintage, rigorosamente ricamati a mano. Le più fortunate li hanno avuti in dono dal comò dai cassetti profumati di qualche nonna.
Un look presente in ogni armadio, facilmente riproducibile e adatto davvero ad ogni occasione.

Io lo indosso così, mettendoci un po’ di rock. Ro-ck-mantic quindi. Pizzo e tulle, frange e borchie.

Il mio carattere, sensibile ma tosto. Un trucco leggero e uno smalto bianco gesso, capelli asciugati al vento e un velo di crema. Poi ditemi che sono impegnativa eh!

pizzo_frange_chiodo_pelle

Giacca in similpelle Twin Set by Simona Barbieri, smalto OPI Alpine snow, tronchetto Elena Iachi
nude lipstick Mac Cosmeticsabito in pizzo Minusey

Giacca o gilet in pelle, tronchetto rock – in questo momento nella sezione special price sullo shop on-linecon le frange o con borchie e fibbie. Ecco come rendere rock un romantico abito in pizzo.

Questo look mi fa sempre sentire a mio agio e questo è un aspetto sul quale non scendo mai a compromessi. Le serate in libera uscita sono già troppo brevi per passarle a tirare giù gonne troppo corte o tirar su jeans a vita bassa.
Voglio che i miei vestiti raccontino di me e di tutte le “me” che si svegliano la mattina e mi affollano la testa. Le stesse che decidono, con un colpo secco a carta-sasso-forbice, chi detterà legge in fatto di moda quel giorno.



Cosa ne pensi?