Io odio la palestra

odio_la_palestra

Non sono mai stata una sostenitrice della palestra, ci ho provato credetemi. Ne ho frequentate tante: grandi, piccine, d’élite e non, ma i bilanci sono stati sempre pessimi. Tessere smarrite, abbonamenti interrotti alla seconda rata, borsoni dimenticati in un angolo, ciabatte della piscina lasciate chiuse nel sacchetto a fare muschi e licheni.
Posso dire di aver sempre provato un forte disagio nel frequentarle, ne ho scritto anche qui, sono una che dentro alle scarpe porta i calzini scoordinati, figuriamoci cosa posso combinare con le tutine.

Purtroppo però di cognome non faccio Klum e madre natura, sbagliando Heidi, mi ha dato le caviglie a tronco. Quindi mi è toccato per parecchi anni subire la cosa.

Ero quasi rassegnata quando ho trovato lei: Federica, laureata ISEF, bionda e vera. Si definisce un anti-personal trainer, tanto da farne un hashtag. La seguo per un po’ per cercare di capire il suo approccio all’attività fisica.
Era agosto ed io avevo bisogno di riprendere in mano il mio corpo dopo due gravidanze, i chili da perdere non erano tantissimi ma c’era molto da recuperare in quanto a tono muscolare. Non sapevo come fare ad inserire un po’ di moto nelle mie giornate, h24 in compagnia di un bambino di sette mesi, così decido di la contattarla per capirne di più riguardo l’allenamento a domicilio.

Ci siamo incontrate i primi di settembre e ho iniziato ad allenarmi con lei.
Voglio farvela conoscere perché è una professionista valida e dopo i primi quattro mesi con lei posso dire che ho trovato la mia dimensione fitness. Mi alleno nel miglior momento della giornata, nella tranquillità di casa, con la mia musica preferita – e senza tutine all’ultimo grido.

Metto su un caffè, la chiamo e le faccio due domande.

Ciao Fede, come stai?

F: Ciao Fra! Ho trascorso le vacanze dai suoceri, bene ma non benissimo. Scherzo dai, son carica a pallettoni per il nuovo anno! Tanti buoni propositi, e tu?

Io bene grazie, ho appena finito il tuo allenamento. Sai che per la prima volta non ho tra i buoni propositi per l’anno nuovo il dovermi rimettere in forma? Non ho smesso di allenarmi nemmeno per le feste. Certo, ho rallentato per godermi la famiglia e mi sono concessa parecchi sgarri a tavola ma sono in forma.
Ora però però parliamo di te: presentati.

F. Sono Fede di Informaconfede. Adoro aiutare le ragazze di tutte le età a ritornare in forma. Ho studiato scienze motorie e lavorato in palestra per vent’anni. Non ho clienti ma allieve.

Tre parole che descrivano la tua visione del fitness.

F: Tre parole? Salute, bellezza (senza esasperazioni) e allenamento personalizzato.

Cosa vuol dire anti personal trainer?

F. Avendo lavorato per molti anni in palestra devo dire che non nutro un’opinione positiva sulla categoria. Allenamenti stressanti e troppo intensi, poca preparazione, consigli alimentari improvvisati e soprattutto divulgati senza nessuna competenza nel campo. Io mi discosto da tutto ciò preferendo seguire la filosofia del “lento-preciso-pensato”.

I servizi che offri sul tuo sito www.informaconfede.com a chi si rivolgono?

F: A donne di tutte le età: dalle ragazze giovani e allenate alle meno giovani, alle future mamme e alle neo mamme.  

È importante che l’allenamento sia personalizzato? Quali vantaggi si ottengono con la personalizzazione degli esercizi?

F: Ognuna di noi ha differenti caratteristiche tra le quali: età, fisicità, livello sportivo, obiettivi, vien da sé che non sia ragionevole costruire un allenamento uguale per tutte. Questo accade nelle palestre come in rete o sulle App. La personalizzazione dell’allenamento permette di andare ad eseguire esercizi ad hoc per ciascuna donna, rispettandone il corpo in ogni sua sfaccettatura.

Mi spieghi meglio cosa intendi per less is more?

F: Less is more vale sia per un outfit bon-ton che per un allenamento equilibrato. L’equilibrio è quella situazione in cui tutto è perfettamente armonico. Perché non ricercarlo anche nel fitness?!
Perché sfondarsi di corsa sul tapis roulant quando il problema è la cellulite? Sappiamo che la corsa è nemica della cellulite perché tutto ciò che provoca un impatto violento, del piede verso terra, crea microlesioni che accentuano lo stato infiammatorio dei tessuti. 
Il risultato è che ci si riempie di ritenzione idrica se a questo non si fanno seguire esercizi di allungamento/stretching.

Quindi ci siamo ammazzate di crossfit e allenamenti funzionali per niente?

F: Ognuno deve trovare il proprio equilibrio in relazione al suo livello di allenamento. 
Attenzione, allenarsi troppo – alias ovetraining – fa invecchiare precocemente perchè l’organismo stancandosi eccessivamente mette in circolo l’ormone dello stress: il cortisolo.
Non lo dice la Fede, il troppo stroppia. Non è solo un modo di dire della nonna, lo dicono le linee guida dell’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

È vero che per allenarsi a casa bastano pochissimi attrezzi? Quali sono?

F: Per chi si avvicina al fitness dopo un periodo sedentario è meglio andare per gradi. Bastano esercizi a corpo libero, senza carico, per ottenere grandi risultati senza farsi male. Per chi è già allenato bastano pochi attrezzi, come ad esempio: il cerchietto del pilates, un paio di pesetti, le cavigliere e un elastico per fare un super allenamento.

A me piace il tuo metodo perché è positivo e propositivo, perché si rivolge alle donne e risponde ai loro reali bisogni. Con i tuoi esercizi a me è sparita la cellulite lo sai? Allora sei proprio Maga Magò.
Qualche consiglio per chi vuole iniziare ad allenarsi a casa?

F: La regola per un fitness performante e sicuro è il “Talk test” che consiste nell’evitare di andare in affanno. Mentre ci si allena infatti si dovrebbe riuscire a parlare agevolmente con un compagno. Per il resto accendete la musica a palla e divertitevi.

E per chi fa le scale? C’è qualche dritta per rassodare le chiappe mentre rientriamo a casa?

F: Le scale sono un attrezzo fitness vero e proprio con il quale si può eseguire attività cardiovascolare e di tonificazione. Per unire l’utile al dilettevole bisogna salire i gradini a due a due, poggiando bene tutto il piede, sollevandosi verso l’alto e facendo forza sul tallone. 

Una promo speciale per le mie ragazze?

F: Cara Francesca per chi ti segue mi sento di fare uno sconto su un circuito brucia grassi e di tonificazione per chi ha a disposizione una rampa di scale. Bastano quattro gradini. Le tue followers andando sul mio sito potranno acquistare il Walking Mix Scale a 20 euro con il codice sconto CIAPETOP (da inserire in fase di acquisto) che già dice tutto.
Un incentivo per iniziare bene il nuovo anno.  

Dove ti troviamo?

F: Su informaconfede.com trovate tutti i miei servizi personalizzati: allenamenti a domicilio o video schede fitness standard e personalizzate. Su Facebook sulla mia pagina ufficiale, sempre aggiornata con pillole fitness che potete eseguire a casa. Su Instagram potete seguire le mie dirette e presto potrete vedere come alleno le mie allieve. Lo farò anche con te Francesca.

Grazie Fede, noi ci vediamo presto qui da me.

Invece il motivo per cui, se siete alla ricerca di una figura professionale che vi aiuti nel percorso di remise en forme, dovreste affidarvi a lei ve lo dico io. Dopo quattro mesi di allenamenti personalizzati posso dirvi che mi sento bene. Mi piace quello che vedo riflesso nello specchio e sorrido a quella che sto diventando passo dopo passo.
Mi alleno con gioia, senza subire gli esercizi. Certo, ci vuole impegno e costanza e quello non può darvelo Federica, però può darvi il resto.

N.B. Tengo a precisare che questo non è un post sponsorizzato, o meglio è sponsorizzato solo dalla voglia di promuovere una persona valida, in maniera gratuita. In un momento dove a fare da padrone sono App e improvvisazione Federica è una mosca bianca e alle persone come lei, che lavorano sodo e in maniera onesta, va tutto il mio appoggio.

Cosa ne pensi?

Iscriviti alla Blondeletter!

Cos’è la Blondeletter? Non lo so nemmeno io con precisione, ma dentro c’è: una notte insonne, mezzo barattolo di Nutella mangiato con il cucchiaio da minestra, computer in palla, panico, isteria e tanto, tanto entusiasmo.

Iscriviti alla newsletter di Scusate, sono una Gemelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: