Recent Posts

Armadi rock e concerti estivi

Armadi rock e concerti estivi

Sono sempre stata una da concerti io. Il primo fu quello degli Articolo 31 al Forum di Assago (ve lo racconto qui). Avevo dodici anni, un cuore luminoso in mano e una bandana con il faccione di JAx e le foglie di maria. Non sapevo […]

Lunedì poco instagrammabili

Lunedì poco instagrammabili

Lunedì. Il primo con la scuola chiusa. Solo ieri la mia mente produceva immagini idilliache riguardo a questo nostro luglio a rallentatore. Le sveglie disattivate fino a data da destinarsi, la colazione lenta e con le bocche piene di cioccolata, i giochi in pigiama, le […]

Cose dei film che avrei voluto (e che vorrei ancora adesso)

Cose dei film che avrei voluto (e che vorrei ancora adesso)

Da bambina guardavo un sacco di televisione. Da buona figlia degli anni ottanta passavo i pomeriggi a passare in rassegna ogni film di animazione della Disney. Erano tempi in cui i cartoni animati forse non insegnavano a contare in inglese fino a cento ma avevano […]

Rosso come le guance di una timida

Rosso come le guance di una timida

Ho sempre avuto un pessimo rapporto con il colore rosso. Fatta eccezione per un’imbarazzante tovaglia natalizia in casa mia non c’è mai stato praticamente nulla di rosso, soprattutto dentro le ante scorrevoli del mio armadio. Tanto bianco, moltissimo nero, cipria come se non ci fosse […]

Casa al mare sulla Milano-Genova

Casa al mare sulla Milano-Genova

On Air: Sunrise, Norah Jones Ore 19:00. In casa le finestre spalancate su un mare calmo fanno entrare tutto l’oro di quest’ora magica. Il confine fra cielo e orizzonte è netto, si vedono le sagome dei pescherecci che lasciano il porto con le loro scie […]

Facciamo che tu sei quella con la tuta

Facciamo che tu sei quella con la tuta

Bastava che qualcuno dicesse tuta da ginnastica e subito la mente mi riportava alle scuole medie e alle ginocchia consumate dalle scivolate in corridoio. Eccole lì: le famigerate tute in acetato. Col caldo avevi caldo e col freddo avevi freddo. Non potevi neanche stare troppo vicino al termosifone […]

Parlare con i muri: quando le pareti raccontano di noi

Parlare con i muri: quando le pareti raccontano di noi

Risale a quattro anni fa il mio ultimo trasloco ma alcune delle pareti di casa mia sono ancora bianche e spoglie. Come fossi arrivata ieri, mi ritrovo ogni tanto a guardare quelle lampadine che ancora fluttuano sui loro portalampada. Il progetto di decorazione di una […]

Ro-ck-mantic: pizzo, tulle e chiodo in pelle

Ro-ck-mantic: pizzo, tulle e chiodo in pelle

  Cambio. Cambio in continuazione. Un giorno adoro un paio di pantaloni e il giorno dopo mi chiedo come abbia potuto comprarli. Per specchiarmi a volte non mi basta l’anta dell’armadio, mi tocca aprirlo. E a giudicare da ciò che vi è dentro sono proprio un bel […]

L’ironia, Lina e Fornasetti

L’ironia, Lina e Fornasetti

  Credo fermamente che l’antidoto per vivere una vita felice sia composto da una buona dose di ironia. L’ironia va praticata spesso per far sì che cresca, è una palestra che allena la personalità scolpendone un po’ anche il punto di vista. Bisogna iniziare presto al […]

Ap-prova (quel) costume

Ap-prova (quel) costume

Prova costume Due parole pericolosissime, al pari di: “stavi meglio con i capelli lunghi” che nel cervello femminile provocano un’onda anomala di sinapsi che, se non ci fosse lo schermo della televisione a dividerci, mio caro giornalista di Studio Aperto ti passerebbe la voglia di […]

Sigarette di una ex fumatrice

Sigarette di una ex fumatrice

Il mese prossimo saranno cinque anni. Il mio primo quinquennio da non fumatrice. Chi fuma lo sa che è un vizio stupido, ma si fa forte del fatto che può smettere quando vuole. Il fatto è che non vuole smettere nessuno. Un vizio, quello del dare […]

Felicità imprevista

Felicità imprevista

Ci sono donne che nascono madri e donne che no. Le vedi già da piccole, con quell’indole materna negli occhi mentre guardano il Cicciobello. Lo cullano, gli danno il biberon, lo vestono e lo svestono. Lo sgridano, lo educano e lo consolano quando piange. Io […]

Domenica a-live

Domenica a-live

Domenica: la giornata bipolare per eccellenza. Quella che nell’arco delle sue ventiquattro ore mi vede passare dall’entusiasmo del sabato pomeriggio all’ansia dell’imminente lunedì mattina. Si potrebbe scrivere di lei come la giornata dell’hangover, delle gite, dello shopping con le amiche. Quella dello svacco e della tuta […]

Di quando decidi di fare il secondo figlio

Di quando decidi di fare il secondo figlio

Arriva un momento nella vita familiare in cui potrebbe fare capolino un pensiero. Tutto parte da un: “Amore, cosa ne dici se facessimo un fratellino a Luigino?” “Mmm dici?” “Ma sì! Ora Gigettobello è più autonomo e noi siamo pratici. Ce l’abbiamo fatta una volta…” […]

Vivo in un film ma tra primo e secondo tempo

Vivo in un film ma tra primo e secondo tempo

Adoro guardare i film. Mi piace mettermi sul divano, accoccolarmi a Stefano, infilargli i piedi ghiacciati sotto alla coscia, spegnere la luce e gustarmi la serata. Possibilmente in compagnia di un barattolo da chilo di gelato. Di quelli che mangi a cucchiaiate e non ti […]


Life

AMORE, definirlo è impossibile ma per me è TONDO

AMORE, definirlo è impossibile ma per me è TONDO

Spiegare l’amore è molto difficile, è come disegnare i contorni di una forma precisa con qualcosa di immateriale. L’ostinarsi di dare una forma solida ad una sostanza impalpabile.

Non si può.

Si improvvisano parole che si possono avvicinare alla “spiegazione dell’amore” che spesse volte fanno rima con felicità, calore, leggerezza. Parole tonde, morbide come cuscini di piume. Perché questo è l’amore, la morbida salvezza. Un grandissimo cuscino bianco che attutisce il botto di un’anima durante la caduta libera della vita, dove sprofondi sicuro che non sbatterai mai la testa né il cuore finche sarà lì. Parole tonde come biscotti da inzuppare nelle calde tazze di latte, prima dalla parte del cioccolato e poi da quella della panna. Tonde e piene di speranza come la pancia di una mamma.

L’amore è una curva, quella del sorriso delle labbra; è un abbraccio fino a dietro la schiena. L’amore sono le lucine di Natale, quelle gialle dalla luce calda che abbracciano gli alberi addobbati. Profumo di vaniglia e di torta di mele calda. Un guanto caldo su mani gelide di freddo.

L’amore è un sentimento immenso che si palesa in cose minuscole, come comete quotidiane che silenziosamente illuminano il nostro cuore per non farlo perdere mai.

Amore per me è metterti la sciarpa sul termosifone alla sera, così che tu possa trovarla calda al mattino quando vai a lavorare molto presto. Amore è cambiare la marcia in auto mentre guidi tu, senza che tu dica niente, perché sei al telefono e noi facciamo sempre così. Amore era quando, in moto, mi facevi segno di aggrapparmi bene perché stavamo per impennare. Amore sei tu che mi lasci il culo del francesino, che non mi versi mai l’acqua ma saresti pronto a toglierti la tua per farmi bere, tu che lasci sempre un maccherone nel piatto. Tu che mi sopporti anche quando sono io la prima a non farlo.

E’ così l’amore, è certezza, presenza, conforto e sorrisi.

L’amore non ha i capelli a posto, è sempre spettinato, ha la camicia fuori dai pantaloni e fa i dispetti. Punzecchia, provoca e contraddice per il solo gusto poi di baciare e abbracciare. Amore sono occhi che parlano una lingua segreta che nessuno può tradurre.

L’amore non è magia, non ha trucchi. Se funziona va bene, altrimenti meglio non insistere o nel cilindro si rischia di perdere qualcosa invece che trovarla. Non sparisce nessuna carta dal mazzo, semplicemente una regina ed un re si trovano vicini per il tempo di una partita sperando che possa durare tutta una vita, poi chissà.

L’amore è alchimia che nasce spontanea quando due elementi entrano in contatto, quando due cuori si sentono, quando un profumo ed un naso si incontrano. Perché ci si sceglie per le cose più istintive e bestiali, il resto è un contorno, al resto ci si adatta. Perché se io sento il profumo della tua pelle e me ne innamoro tu puoi andare via ma io quel profumo lo continuerò a cercare ovunque.